lunedì 8 agosto 2016

Polesine Art Night, una serata ricca di talenti all'insegna del volontariato di Adria



ADRIA – Anche quest’anno il talent intitolato “Polesine art night” organizzato dall’associazione Artinstrada nella festa del volontariato ha visto molti talenti emergenti. Hanno partecipato 11 concorrenti e i vincitori sono stati Sara Stoppa nella categoria creatività; Bryan Finotti nella categoria coinvolgimento e Angelica Aggio e Gloria Zaninello nella categoria solidarietà. A condurre la serata nel giardino della casa delle associazioni, Paolo De Grandis e Mirko Trombini e tra i giurati che hanno decretato i vincitori c’erano Simona Apicella per il ballo, Roberta Bonvicini per le arti figurative, Marco Nichil per la musica, Anna Nani giornalista e cantante, Roberto Marangoni attore e presidente dei Bontemponi, Lamberto Cavallaeri presidente del centro servizi volontariato e Pio D’Emilia giornalista Sky tg24.



E’ stata una gara molto interessante nella quale gli artisti hanno mostrato tutto il loro talento Michela Polo si è esibita nel canto; Giorgia Perazzolo, Angelica Aggio e Gloria Zaninello nella danza; Nada Franzoso, Alyssa Zaia, Anna Colucci e Daria Munari nella samba. Per il ballo hip hop si è Esibito Bryan Finotti; come musicista alla batteria Lorenzo Elia Piva; Lorenzo Senzani come cantautore e Aurora Tosatti e Giulia Culatti hanno cantato insieme una canzone.



La serata era inserita nella 22 edizione della festa del volontariato di Adria organizzata dalla consulta del volontariato sociale di Adria in collaborazione con il centro servizi volontariato di Rovigo, con il contributo di Pro loco Adria e Adria shopping. I tre giorni di festa si sono svolti nel centro storico e alla casa delle associazioni, messa a disposizione anche quest’anno da Croce Verde, attraverso una serie di momenti diversi pensati per dare visibilità all’attività delle singole associazioni. 

Ospite è stato il giornalista di Sky Tg24 Pio D’Emilio che ha parlato di “Migranti: storie di terra e di mare”, che ha portato la propria esperienza maturata sulle rotte dei Balcani e da ultimo nel campo profughi di Idomeni; all’incontro parteciperanno alcuni volontari che hanno prestato servizio nei luoghi di emergenza. Inoltre alla casa delle associazioni è stato proiettato il docufilm “Fukushima – A Nuclear Story”, evento a cura di Legambiente Delta Del Po, e dalla disponibilità dimostrata dalla produzione teatro Primo studio – Film Beyond, dal regista Matteo Gagliardi e dagli autori Christine Reinhold, Matteo Gagliardi e Pio d’Emilia. La festa del volontariato si è conclusa con la messa celebrata nella cattedrale di Adria.

Barbara Braghin






Nessun commento:

Posta un commento