sabato 4 febbraio 2017

Festival show 2017 cerca nuovi talenti


FESTIVAL SHOW ALLA RICERCA DEI NUOVI TALENTI.
APERTE LE ISCRIZIONI PER IL CASTING DEGLI ARTISTI EMERGENTI


Gli uffici dell'organizzazione di Festival show si apprestano ad animarsi in queste prime settimane dell'anno, giusto per mettere a punto le basi della nuova edizione dell'atteso tour che si snoderà da giugno a settembre. Si tratta del festival itinerante più importante d'Italia che ogni anno, da ormai sedici anni, fa tappa in alcune città della Lombardia, del Veneto, del Friuli-Venezia Giulia e dell'Emilia Romagna portando in scena uno spettacolo che miscela sapientemente musica, ballo, spettacolo e divertimento. Negli anni, la manifestazione è cresciuta talmente tanto da approdare anche all'Arena di Verona, che da tre anni ne ospita la finale. L'anno scorso l'evento è stato trasmesso, per la prima volta, da Real Time che ha raccolto lusinghieri risultati d'ascolto. "Siamo orgogliosi di questa crescita", dice Paolo Baruzzo, coordinatore dell'evento e anche co-presentatore della manifestazione in tutti questi anni (l'edizione 2016 lo ha visto conduttore insieme a Adriana Volpe e Lorena Bianchetti), "non possiamo non evidenziare con consapevolezza l'impegno di portare avanti un evento e una produzione così grossa, che tra l'altro si svolge ad ingresso libero".


Artisticamente, il Festival show, ideato da Roberto Zanella, è una miscela di musica di vario genere con altri ingredienti di spettacolo: un'orchestra che accompagna le esibizioni dei vari artisti (la Ritmico Sinfonica italiana diretta dal Maestro Diego Basso), un corpo di ballo (la Dance Crew Selecta, guidata da Etienne Jean Marie) e momenti promozionali che caratterizzano, insieme all'elezione di una miss in ogni data, quella che è la formula artistica riconosciuta e apprezzata dal grande pubblico. "In tutto questo, vogliamo dare spazio e visibilità anche a giovani cantanti: ogni anno, nei mesi invernali e primaverili, giriamo l'Italia per selezionare alcuni giovani talenti da far esibire sul palco del Festival Show”, spiega Baruzzo. “Nel 2016 il concorso dedicato agli artisti emergenti è stato vinto dalla cantautrice siciliana Noe, che si è aggiudicata una borsa di studio per il CET di Mogol, la scuola di musica fondata dal grande autore italiano nella campagna umbra". Mogol negli ultimi due anni ha presieduto la giuria che ha selezionato i giovani. Giuria di cui hanno fatto parte, fra gli altri, Mara Maionchi, Red Ronnie, il maestro Adriano Pennino, Dodi Battaglia, Stefano D'Orazio, Luisa Corna e altri importanti nomi della musica e della televisione.


Con la pubblicazione del bando di concorso sul sito www.festivalshow.it è quindi ufficialmente aperta la ricerca dei dodici talenti che meritano di condividere il palcoscenico di Festival show 2017 con i grandi artisti della canzone italiana ed internazionale. "Obiettivo, da sempre, di Radio Birikina e Radio Bella & Monella, offrire loro visibilità nelle piazze, in tv e con una significativa airplay radiofonica", sottolinea il presentatore. Non è la prima volta che, proprio dai casting di Festival show, nascono carriere importanti. Due nomi su tutti, quelli di Modà e Sonohra, per non parlare di Federica Camba, Giovanni Caccamo, i Carboidrati, i Metrò ed altri che, partiti dai "provini" del tour, hanno poi visto aprirsi scenari significativi e ricchi di consensi di pubblico e critica. Per i giovani, Festival Show rappresenta da anni una straordinaria opportunità. A coordinare le selezioni è Stefano Favero che da sempre cura la direzione artistica di Festival show, in collaborazione con Mariano Sannito, direttore commerciale dell'evento. Da febbraio ad aprile, le commissioni artistiche, composte da artisti pop e addetti ai lavori, ascolteranno tutti i candidati in varie città d'Italia. Le audizioni, come sempre, sono aperte a tutti: interpreti, band, rapper, cantautori.
Per maggiori informazioni si può telefonare tutti i giorni feriali allo 04237367, oppure al 360582555. La mail per contattare l'organizzazione è: direzioneartistica@festivalshow.it.

Barbara Braghin


Nessun commento:

Posta un commento